Risparmiare sulle spese di casa: come far quadrare il bilancio familiare

 Consigli, suggerimenti e strategie per risparmiare sulle spese domestiche

Risparmiare sulle spese di casa: consigli per far quadrare il bilancio familiare


Tempo di lettura:

​​Le spese quotidiane sono tante, spesso far quadrare il bilancio familiare può essere faticoso, in realtà riuscire a risparmiare è una scelta alla portata di tutti e per riuscirci spesso non occorre spendere meno ma è sufficiente spendere meglio.

Innanzitutto occorre capire qual è il budget a propria disposizione. Conoscere il budget massimo che può essere utilizzato fino alla fine del mese permette una gestione precisa e senza sorprese.
Tenere nota giorno per giorno delle spese è un primo passo per avere il controllo di tutte le uscite e far emergere quelle spese inutili che vengono fatte senza nemmeno rendersene conto.
Una volta stabilita la somma necessaria per bollette e pagamenti questa potrà essere accantonata ogni mese dallo stipendio, e la restante cifra rimanere così a disposizione per eventuali extra.

 Esistono poi alcuni trucchi e accorgimenti che, se applicati con costanza, possono permettere di risparmiare sulle spese di ogni giorno e riuscire a economizzare cifre anche rilevanti.

Alimentazione
Quando si parla di cibo il tema del risparmio è particolarmente delicato: come fare economia senza che qualità e freschezza vengano meno? Le soluzioni sono molte.
Il consiglio di scrivere sempre una lista della spesa è sempre valido e attuale e attenersi scrupolosamente a quanto segnato permette non solo di risparmiare tempo ma anche di evitare di lasciarsi tentare da altre cose che non servono.
Nel valutare un acquisto è sempre bene ricordarsi di guardare il prezzo al chilo: solo in questo modo si può capire quali sono i prodotti veramente convenienti.
Non lasciarsi influenzare dalle offerte ma leggere sempre con cura le informazioni presenti sulle etichette prestando particolare attenzione alla lista ingredienti. Questo è molto importante perché vengono riportati in ordine di quantità contenuta e si può quindi stabilire la qualità di ciò che si sta per mettere nel carrello.
Quando si acquista frutta e verdura è meglio preferire i prodotti a km zero, da acquistare nei mercati ortofrutticoli o direttamente dalle aziende agricole. Occorre poi evitare di fare una scorta di alimenti freschi superiore a quello che sarà il consumo effettivo: si risparmierà sulla spesa e si eviterà un inutile spreco di cibo.

 L'autoproduzione è un'alternativa più salutare ed economica rispetto ai prodotti già cucinati e oggi, grazie ad un maggiore interesse dei media al mondo dell'alimentazione e della cucina, è anche di moda.
Cucinando in casa, magari insieme ai propri figli, si avranno piatti freschi, con materie prime selezionate e senza conservanti: un guadagno in più sia per il bilancio familiare che per la propria salute.
E se si ha a disposizione un piccolo giardino o un balcone coltivare un piccolo orto e autoprodurre ciò di cui si ha bisogno è una soluzione per risparmiare che garantisce prodotti genuini e di qualità.

 Anche il consumo di acqua in bottiglia incide sul budget di spesa e l'Italia è ai vertici della classifica in Europa. Un comportamento dispendioso per le tasche e dannoso per l'ambiente. Meglio optare per l'acqua del rubinetto, microfiltrata se necessario: è sana, è più economica e non inquina.

Pulizie domestiche
Fanno parte delle incombenze quotidiane e, oltre a richiedere tempo, comportano costi non indifferenti. Con alcune accortezze tuttavia è possibile risparmiare anche in questo ambito.
Si parte dalla scelta dei detersivi: è meglio orientarsi su quelli alla spina oppure che abbiano la versione da ricarica, in questo modo si evita di pagare inutilmente il contenitore.
Prestare attenzione al corretto dosaggio del detersivo: in caso di lavaggio di capi non particolarmente macchiati si può tranquillamente ricorrere ad una dose inferiore rispetto a quella indicata nella confezione.
Se si stendono i panni appena terminato il lavaggio e si utilizzano grucce per stendere magliette e camicie, si evita la formazione di pieghe risparmiando tempo e consumo di energia elettrica per stirare.

 Per rimuovere lo sporco nei luoghi non facilmente raggiungibili, invece di acquistare appositi attrezzi è preferibile riutilizzare i vecchi spazzolini da denti. Per le pulizie di casa invece si può scegliere di utilizzare i panni in microfibra, che permettono di pulire tutte le superfici solo con acqua. In caso di sporco intenso si può utilizzare un comune sapone di Marsiglia.

 L'aceto è un anticalcare naturale. Si può utilizzare in alternativa alle pastiglie che si acquistano al supermercato per eliminare il calcare e pulire a fondo scarichi e tubature di lavatrici e lavastoviglie.

I consumi energetici e idrici.
Elettricità e gas spesso sono le voci che maggiormente incidono sul bilancio familiare, nonché tra le fonti di spreco domestico più diffuse.
Tra i primi suggerimenti quello spegnere gli interruttori, comprese le spie di stand-by è sicuramente il più banale ma molto spesso sottovalutato: ciascun dispositivo lasciato in pre-accensione continua ad assorbire energia elettrica andando così ad incidere sul totale della bolletta.
Un ottima soluzione per ricordarsi di spegnere correttamente tutti i dispositivi elettrici è quello di dotarsi di multiprese con interruttore, in questo modo con un unico gesto si possono disattivare più elettrodomestici contemporaneamente.

In caso di sostituzione, controllare sempre la fascia energetica e optare per apparecchi di classe A+, A++ e A+++ che garantiscono un risparmio maggiore nel tempo.
Inoltre mantenerli efficienti mediante una corretta e periodica manutenzione, ne garantisce una maggiore durata.

Il frigorifero e il congelatore in particolar modo rappresentano circa un terzo del costo totale della bolletta. Per alleggerirne il lavoro e abbassare sensibilmente i consumi è sufficiente aumentare la temperatura al loro interno anche di un solo grado.
Verificare che il frigorifero sia spostato di almeno cinque centimetri dalla parete e pulirne il retro dalla polvere che si accumula sono due piccoli suggerimenti per evitarne il surriscaldamento.
Ottimizzare l'utilizzo di lavatrici e lavastoviglie è un altro suggerimento per portare giovamento al portafoglio: è sufficiente privilegiarne l'uso durante le fasce orarie più economiche e sempre a pieno carico.

Scegliere lampadine a LED anziché i tradizionali modelli a incandescenza garantisce un ulteriore risparmio nel tempo perché consumano fino all'85% in meno e durano molto più a lungo.

Per quanto attiene il gas, dotare l'impianto di riscaldamento di un termostato che permetta di avere la temperatura ideale al momento opportuno così come l'installazione di doppi vetri alle finestre sono altri piccoli accorgimenti che, nel tempo, permettono di risparmiare.

Un'attenta analisi delle offerte del proprio fornitore di energia elettrica e gas è molto importante.
Da luglio 2007 in Italia il mercato dell'energia è stato liberalizzato. Con l'apertura del mercato i gestori hanno creato molteplici tariffe personalizzate per le diverse esigenze dei consumatori, che possono aiutare a risparmiare.

 Un capitolo a parte andrebbe riservato solamente ai consumi idrici. L'Italia è ai vertici in Europa per consumo medio d'acqua potabile. Il risparmio in questo caso è necessario non solo per ricevere bollette più leggere, ma soprattutto per salvaguardare un bene prezioso che spesso si considera scontato.
Anche in questo caso si parte dai semplici gesti quotidiani: quando ci si rade si può scegliere di riempire il lavandino con un po' d'acqua per risciacquare il rasoio anziché passarlo sotto il getto dell'acqua corrente, così come è buona norma chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti.
Un bagno caldo è sicuramente un'ottima soluzione per rilassarsi dopo una giornata intensa ma è decisamente più dispendioso rispetto alla doccia. Riempire la vasca da bagno, infatti, comporta un consumo d'acqua quattro volte superiore.

Anche in cucina si può avere un comportamento eco-friendly: frutta e verdura possono essere lavati in una bacinella, in questo modo l'acqua potrà poi essere riutilizzata per annaffiare le piante in balcone o in giardino.
Evitare di lavare a mano i piatti e preferire l'uso della lavastoviglie. E se proprio non è possibile, usare l'acqua corrente solo per il risciacquo.

I riduttori di flusso, se applicati ad ogni rubinetto, permettono di risparmiare fino al 30% di acqua e se si sta ristrutturando il bagno, è preferibile optare per uno sciacquone con lo scarico differenziato e doppio pulsante.

Se presi singolarmente questi piccoli risparmi possono sembrare poca cosa, ma prestando la dovuta attenzione e riflettendo sulle proprie abitudini di spesa, a fine mese si potrà disporre di un piccolo capitale che potrà essere investito in maniera più proficua e, in molti casi, anche l'ambiente ne troverà giovamento.

 

Scopri la promozione di Accendi luce & gas Coop per i clienti Unipol Banca

{{average}}/5 ({{totalVote}})

 

 

Car sharing: come funziona l'auto condivisahttps://open.unipolbanca.it/risparmio/car-sharing-come-funziona-lauto-condivisaCar sharing: come funziona l'auto condivisaIl car sharing è un nuovo modo di intendere la mobilità che consente di condividere un'automobile con altre persone. Vediamo cos’è, come funziona e quali sono i vantaggi di questo servizio.12019-05-23T22:00:00ZGP0|#c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89;L0|#0c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89|Risparmio;GTSet|#5a6f47e2-c4bd-47bd-903c-21939f9b6e0bRedazionehttps://open.unipolbanca.it
Bike sharing, la nuova frontiera della mobilità sostenibile in cittàhttps://open.unipolbanca.it/risparmio/bike-sharing-la-nuova-frontiera-della-mobilità-sostenibile-in-cittàBike sharing, la nuova frontiera della mobilità sostenibile in cittàIl bike sharing è la nuova alternativa ecologica di mobilità che permette di spostarsi comodamente in città a bordo di una bicicletta condivisa, a costo ridotto e con grande beneficio per l’ambiente12019-04-01T22:00:00ZGP0|#c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89;L0|#0c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89|Risparmio;GTSet|#5a6f47e2-c4bd-47bd-903c-21939f9b6e0bRedazionehttps://open.unipolbanca.it
Interessi conto deposito, cosa sono e come calcolarlihttps://open.unipolbanca.it/risparmio/interessi-conto-deposito-cosa-sono-e-come-calcolarliInteressi conto deposito, cosa sono e come calcolarliCome far fruttare i propri risparmi in modo semplice? Con il conto deposito si può! Scopri i vantaggi di questa forma di investimento grazie ad una pratica guida per scegliere il prodotto che più risponde alle tue esigenze. 12019-03-11T23:00:00ZGP0|#c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89;L0|#0c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89|Risparmio;GTSet|#5a6f47e2-c4bd-47bd-903c-21939f9b6e0bRedazionehttps://open.unipolbanca.it