Gli strumenti del risparmio gestito: un ventaglio di possibili scelte per il risparmiatore

 Una panoramica sugli strumenti di investimento


Tempo di lettura:

​​​​Quando si parla di strumenti di Risparmio Gestito si intendono quegli strumenti di gestione del risparmio utilizzati d​​​a una società terza (intermediario) rispetto alla vostra banca o il vostro consulente finanziario alla quale potete decidere di affidare parte dei vostri risparmi.

I risparmiatori, investendo negli strumenti del risparmio gestito, attribuiscono a un intermediario un mandato per la gestione di un portafoglio di strumenti finanziari. ​​​L'intermediario incaricato della gestione (in nome proprio e per conto del cliente) effettua tutte le operazioni di acquisto e vendita di attività finanziarie o reali necessarie a costruire un portafoglio di investimento diversificato, caratterizzato da un profilo di rischio/rendimento coerente con quanto stabilito nel mandato di gestione.

Quali sono gli strumenti del risparmio gestito?​​

I fondi comuni di investimento consentono​​ di investire sui mercati finanziari anche piccole somme, conservando i vantaggi offerti dalla diversificazione ​​​​​di portafoglio.
I fondi comuni sono patrimoni collettivi costituiti con i capitali raccolti da una pluralità di risparmiatori, ciascuno dei quali detiene un numero di quote proporzionali all'importo che ha versato.

​​Il sottoscrittore di una quota di fondo comune di investimento accetta implicitamente il rischio e il rendimento associati al portafoglio scelto: se il valore del portafoglio aumenta, il sottoscrittore ne trae beneficio; se diminuisce, ne sopporta la perdita.
Rispetto a un investimento diretto in azioni o obbligazioni, il vantaggio offerto dal fondo comune di investimento è l'accesso alla diversificazione di portafoglio, anche disponendo di risorse minime.

Un secondo vantaggio riconosciuto ai fondi comuni è legato alla competenza professionale di chi ne gestisce gli investimenti: i gestori di fondi comuni di investimento sono pr​ofessionisti ed hanno sotto controllo le tendenze e gli andamenti dei mercati finanziari, riuscendo di norma ad ottenere rendimenti migliori sulle somme conferite rispetto ad una gestione non professionale.

Le gestioni patrimoniali invece sono forme di investimento che permettono al risparmiatore di affidare, tramite un mandato, l'investimento del proprio patrimonio ad un gestore (SGR, SIM e banche autorizzate a prestare questo servizio). A differenza dei fondi comuni, la gestione patrimoniale non viene effettuata "in monte" ma separatamente per ogni cliente del gestore, beneficiando ugualmente dei vantaggi offerti dalla diversificazione.

Trattandosi di un servizio di investimento personalizzato, e non dell'acquisto di un prodotto standard, il portafoglio di ciascun cliente è potenzialmente diverso da quello di ogni altro e definito sulla base di un'analisi accurata delle sue esigenze e dei suoi obiettivi di investimento.

È possibile distinguere due tipologie principali di servizi di gestione patrimoniale: la Gestione Patrimoniale Mobiliare (GPM), il cui patrimonio viene investito prevalentemente in strumenti finanziari “classici” (azioni, obbligazioni...) e  Gestione Patrimoniale in Fondi o SICAV (GPF/GPS), il cui patrimonio viene investito prevalentemente in quote di organismi di investimento collettivo del risparmio (fondi comuni, SICAV, ETF, ecc.).

ETF è l’acronimo di Exchange Traded Fund, un termine con il quale si identifica una particolare tipologia di fondo d’investimento o Sicav che ha due principali caratteristiche, quella di essere negoziato in borsa come un’azione e quella di avere come unico obiettivo d’investimento quello di replicare l’indice al quale si riferisce (benchmark) attraverso una gestione totalmente passiva.

Un ETF riassume in sé le caratteristiche proprie di un fondo e di un’azione, consentendo agli investitori di sfruttare i punti di forza di entrambi gli strumenti quali la diversificazione e riduzione del rischio proprie dei fondi e la flessibilità e trasparenza informativa della negoziazione in tempo reale delle azioni.

​Per valutare lo strumento più adatto occorre partire dalle proprie esigenze e dal proprio profilo di rischio/rendimento avendo cura di reperire tutte le informazioni necessarie prima della sottoscrizione, non ultime quelle relative alle commissioni dovute per il servizio di gestione.​​


​​​

 

 

Consigli e suggerimenti da sapere prima di andare a vivere da solihttps://open.unipolbanca.it/consigli-e-suggerimenti-da-sapere-prima-di-andare-a-vivere-da-soliConsigli e suggerimenti da sapere prima di andare a vivere da soliScegliere di vivere da soli è un’importante esperienza di vita che comporta nuove responsabilità e una gestione più oculata del denaro12018-11-05T23:00:00ZGP0|#c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89;L0|#0c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89|Risparmio;GTSet|#5a6f47e2-c4bd-47bd-903c-21939f9b6e0bRedazionehttps://open.unipolbanca.it
Risparmiare sulle spese di casa: come far quadrare il bilancio familiarehttps://open.unipolbanca.it/risparmiare-sulle-spese-di-casa-consigli-per-far-quadrare-il-bilancio-familiareRisparmiare sulle spese di casa: come far quadrare il bilancio familiareConsigli, suggerimenti e strategie per risparmiare sulle spese domestiche02018-07-22T22:00:00ZGP0|#c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89;L0|#0c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89|Risparmio;GTSet|#5a6f47e2-c4bd-47bd-903c-21939f9b6e0bRedazionehttps://open.unipolbanca.it
I comportamenti virtuosi al volante per risparmiare guidandohttps://open.unipolbanca.it/i-comportamenti-virtuosi-al-volante-per-risparmiare-guidandoI comportamenti virtuosi al volante per risparmiare guidandoPiccoli accorgimenti, trucchi e l’adozione di un diverso stile di guida per risparmiare sul costo della benzina.12018-07-15T22:00:00ZGP0|#c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89;L0|#0c7e58d48-3409-43d8-a3fa-45658b66bf89|Risparmio;GTSet|#5a6f47e2-c4bd-47bd-903c-21939f9b6e0bRedazionehttps://open.unipolbanca.it