Cinema all'aperto: un'estate sotto le stelle

 L’appuntamento estivo per chi ama godersi un film all'aria aperta e sognare sul grande schermo

Cinema all'aperto: un'estate sotto le stelle


Tempo di lettura:

​Uno dei piaceri dell'estate in città è la possibilità di andare al cinema all'aperto. Perfetta occasione per trascorre qualche ora all'aria aperta al fresco della sera, il cinema all'aperto permette di godere della visione di un film cult o di una pellicola di recente uscita in scenari dall'atmosfera unica.

Negli ultimi anni si sono moltiplicate le location e le programmazioni in ogni parte d'Italia per questo particolare consumo culturale che, andando controcorrente rispetto alle sale tradizionali, registra numeri molto positivi. Grazie anche a una programmazione ragionata ed eterogenea, le arene estive offrono un'esperienza indimenticabile a un pubblico sempre numeroso.

Drive-in: il primo cinema all'aperto.

L'utilizzo di spazi aperti per le proiezioni cinematografiche ha una lunga storia. Si racconta che il primo drive-in della storia sia nato nel 1933, sempre negli Stati Uniti. Per far vedere comodamente un film a sua madre, Richard Milton Hollingshead Junior, dopo averla fatta salire sull'auto, avrebbe steso un lenzuolo tra due alberi e posizionato un paio di casse per una proiezione "casalinga".

Dopo un inizio in salita, è stato durante gli anni Cinquanta che il drive-in ha conquistato definitivamente gli Stati Uniti. I motivi del successo sono soprattutto legati al basso costo del biglietto che dava alle coppie o alle famiglie la possibilità di passare una serata fuori casa all'insegna del divertimento e, contemporaneamente, di esibire uno status sociale comprendente auto e serata al cinema.

Poco diffuso all'estero, il drive-in sta vivendo una seconda giovinezza in Cina, dove il Maple Drive-In Theatre, affollatissimo ogni sera, proietta dal 1998 film cinesi e americani sullo sfondo della skyline di Pechino.

Cinema all'aperto.

Mentre al di là dell'Oceano gli americani iniziavano a guardare il grande schermo attraverso il parabrezza, sembra che, anche se non si trovano conferme definitive, la prima arena estiva in Europa sia stato a Berlino all'inizio del secolo scorso.

Di sicuro è che negli ultimi anni gli schermi sotto le stelle si sono moltiplicati. Sotto le stelle del cinema e Il cinema ritrovato, ad esempio sono le ormai tradizionali rassegne organizzate dalla Cineteca di Bologna in Piazza Maggiore dove ogni estate vengono proiettati i film che hanno fatto la storia del cinema mondiale su uno degli schermi più grandi d'Europa.

A Roma le iniziative sono diverse, ma la più ricca di fascino è L'isola del cinema, il festival estivo durante il quale i film vengono proiettati tra le due sponde del Tevere, sull'isola Tiberina, appuntamento imperdibile per romani e turisti. A Torino il cinema all'aperto per eccellenza è da sessant'anni rappresentato dal Cinema a Palazzo Reale, mentre è un altro Palazzo Reale, quello di Milano, ad accogliere i cinefili meneghini con la rassegna AriAnteo.

E all'estero?

Al di fuori dell'Italia è d'obbligo menzionare Parigi e il suo Open Air Cinema al Parc de la Villette. Lo spazio del parco può comodamente ospitare centinaia di persone e l'entrata è gratuita. È possibile trasformare la visione del film in un piccolo picnic, portandosi una coperta e qualcosa da mangiare.

Negli ultimi anni ha preso piede il Rooftop Film Club, cinema all'aperto sui tetti più belli di Londra, a Los Angeles, New York, San Diego e Houston, con panorama da brivido. Il successo è tale che a New York è addirittura nato un nuovo modo per dire "Andiamo al cinema all'aperto": "Al Fresco Movie Viewing".

A Berlino i cinema all'aperto, i cosiddetti Freiluftkino in tedesco, sono dislocati in ogni quartiere, nel pieno rispetto della vivace vita sociale della capitale tedesca, anche se il più suggestivo rimane quello organizzato a Postdamer Platz, il Sommerkino Kulturforum che può arrivare a ospitare fino a 1.000 persone per ogni proiezione.

Arena Puccini.

Accanto alle iniziative già menzionate del Cinema Ritrovato e Sotto le Stelle, a Bologna dal 2005 si è aggiunta la rassegna estiva dell'Arena Puccini, che anche quest'anno ha messo in cartelloni film italiani e stranieri con una programmazione che propone il meglio della passata stagione.

I registi nostrani sono stati i protagonisti delle delle serate di giugno e luglio, promosse da Unipol, durante le quali alcuni di loro sono intervenuti prima della proiezione.

È stato il caso dei Manetti Bros, giunti a presentare il loro ultimo lavoro Ammore e malavita, il musical-commedia ambientato a Napoli, in concorso a Venezia lo scorso anno e vincitore di ben cinque David di Donatello. Anche il bolognese Stefano Accorsi è passato al Parco del Dopolavoro Ferroviario per presentare A casa tutti bene, l'atteso ritorno alla regia di Gabriele Muccino.

La programmazione includeva inoltre attese anteprime della stagione 2018/2019: è il caso di "Girl" e "Il maestro di violino".